Edward Hopper, automat

Letture

15.02.2015 10:09
La natura tradizionale del farmaco è quella di essere un rimedio. Dove la vita manifesta un disfunzionamento (nel corpo come nel pensiero) la promessa del farmaco è quella di ripristinare il livello normale di efficienza guastato dall’irruzione della malattia. Nel nostro tempo, all’estensione...
15.02.2015 10:00
La libertà non è solo possibilità di espressione, alleggerimento della vita da vincoli oscurantisti, emancipazione dell’uomo dal suo stato di minorità, come Kant aveva classicamente definito l’illuminismo. La libertà è anche una esperienza di vertigine e di solitudine che comporta il rischio di...
15.02.2015 09:48
Per quanto possa essere diffusa, la parola “amore” rimane oscura nel suo significato più profondo. Domandare ad una persona post adolescente se è innamorata può essere vissuto come una provocazione. Probabilmente dopo un attimo di spaesamento, arriverà, nei casi migliori, una risposta simile a...
14.02.2015 19:35
  Iniziando La ginestra, Leopardi cita il Vangelo di Giovanni (3, 19): «E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce». Poi si scioglie in sarcasmi sulle aspettative di progresso, sulla ingenuità e frivolezza del suo secolo. Dall’Illuminismo – secolo della luce – e dalla...
14.02.2015 19:02
Secondo un sondaggio condotto in Gran Bretagna il 68% degli utenti mente o esagera quando parla di sé sui social network. Un fenomeno che potrebbe far scattare un processo di rimozione dei fatti realmente accaduti. LA FANTASIA supera la realtà. E a volte se ne impadronisce. È l'allarme lanciato...
14.02.2015 18:34
Sembra strano che per parlare dell’odio si debba partire dall’amore ma, come ben sanno gli psicanalisti, l’amore troppo spesso si trasforma in odio. Quando l’oggetto amato sfugge al nostro controllo, al nostro desiderio di possesso, alla nostra aspettativa di predominio, l’amore si trasforma...
14.02.2015 17:59
Luigi Zoja, psicanalista junghiano, quindici anni fa ha scritto Il gesto di Ettore, un caposaldo nell’analisi tra padri (assenti) e figli, testo ancora molto letto e tradotto. «Ettore si sfila l’elmo, prende in braccio il figlio e prega che diventi più forte di lui — spiega Zoja —. Nella...
14.02.2015 17:37
Potremmo definirlo “complesso di Medea” quello che porta le madri a uccidere i propri figli rovesciando d’un sol colpo la catena della generazione: ti ho dato la vita e ora ti do la morte. È a Corinto nel 431 A.C. che Euripide mette in scena la tragedia di Medea. In essa si narra la vicenda di una...
<< 1 | 2